Quando ero in Africa… – 30 – Il candore degli otto, nove, dieci anni

Con l'estate che avanza e i ricordi di quando ero in Africa che si sono quasi esauriti, racconterò qualcosa senza un tema preciso, più sprazzi di pensieri e situazioni in cui si trovava una bambina, per l'appunto in Sudafrica. Intanto: io non ero contenta di partire. A così tanti anni di distanza, del giorno in…

What can a poor boy do except play in a rock ‘n roll band?

C’è una frase abbastanza abusata ma che sintetizza meglio di tutte le altre come si esce da un concerto di Bruce Springsteen: il mondo si divide in due categorie, quelli che amano Springsteen e quelli che non lo hanno mai visto suonare dal vivo. Ecco, io, al di là della pandemia, vado a molti meno…

Quando ero in Africa… – 29 – Wild things parte 2

Poiché era molto lungo continuo qui il post sulle cose "selvagge" che mi sono capitate in Sudafrica. Trovate la prima parte qui. Nell'ambito delle zone protette invece non posso dimenticare il pomeriggio in cui nella riserva di Pilanesberg ci trovammo in uno dei casottini in legno affacciati su un laghetto e vedemmo arrivare un'intera mandria…

Quando ero in Africa… – 28 – Wild things parte 1

Sto scrivendo di Africa da praticamente sei mesi e non ho mai dedicato niente di più di qualche riga ad eventi dal sapore selvaggio che luoghi comuni sull'Africa avrebbero potuto lasciar immaginare. La verità è che al netto di alcuni aspetti autoctoni, in Sudafrica ho condotto una vita molto "occidentale", non tanto diversa da quella…

Quando ero in Africa… – 27 – Miscellanea viaggi coi genitori

Quando in prima liceo ci venne chiesto di raccontare quali viaggi avessimo fatto, io mi sentii molto sfortunata rispetto ad alcuni compagni di classe che avevano visitato le più svariate località, in particolare capitali europee. Dopotutto all'epoca io avevo passato qualche giorno a Roma, mezza giornata a Vienna in attesa dell'aereo per Johannesburg e avevo…

Cesare Pavese – La luna e i falò

La luna e i falò appartiene a quel ristretto gruppo di libri che ho letto più di una volta. Lo iniziai al liceo, spinta anche da un'amica che lo incensava con insistenza, ma lo mollai dopo pochi capitoli. Quando lo ripresi in mano anni dopo c'era ancora il segnalibro e decisi di ripartire da lì.…

Chambre des Mirages – Orlando

Avevo deciso che in occasione della giornata mondiale contro l'omofobia mi sarei fatta un video in cui mi si vedesse cantare la mia canzone “Orlando”, ispirata all'omonimo romanzo di Virginia Woolf, ossia uno dei più bei romanzi mai scritti sulla fluidità sessuale. Quando ho sistemato le luci per fare il video però ho realizzato che…

Essere gay è ben strano…

Premessa: ovviamente vale per ogni lettera della sigla LGBTQIA+ Dall’alto della mia torre d’avorio con genitori che vanno ai gay pride “perché sono i nostri figli, se non manifestiamo noi, chi deve farlo?” mi autocito in occasione della giornata mondiale contro l’omofobia. Essere gay significa che alla fine della giornata vuoi una casa, un lavoro…