Alejandro Jodorowsky – Quando Teresa si arrabbiò con Dio

Per rimanere nel filone "modi diversi di raccontare saghe familiari", ho seguito il consiglio di un'amica che mi ha consigliato Quando Teresa si arrabbiò con Dio di Alejandro Jodorowsky benché il poco Jodorowsky che ho seguito mi ha fatto un po' storcere la bocca. A dire il vero le prime pagine del romanzo mi hanno…

Anthony Doerr – Tutta la luce che non vediamo

Nella mia lista di libri impegnativi che aspettano di essere letti, è spuntato questo consiglio di un'amica con cui abbiamo molto poco in comune in quanto a gusti letterari. Proprio per questo ho deciso di accantonare momentaneamente la lista per dedicarmi a Tutta la luce che non vediamo di Anthony Doerr. Marie-Laure, francese, a sei…

Sandro Veronesi – Il colibrì

Di Veronesi avevo letto a suo tempo "Caos calmo" e non mi era piaciuto un granché ma per la curiosità che si deve al Premio Strega mi sono dedicata alla lettura di "Il colibrì". La storia è una sorta di autobiografia del protagonista attraverso episodi scelti della sua vita che mostreranno al lettore come il…

Sarah Gristwood – Vita and Virginia: The Lives and Love of Virginia Woolf and Vita Sackville-West

In questo periodo in cui le emozioni forti e profonde scarseggiano, sono andata a cercarle nei libri. E scarseggiano a tal punto che ne ho trovate copiose in un saggio: Vita & Virginia: The Lives and Love of Virginia Woolf and Vita Sackville-West scritto da Sarah Gristwood. E' un saggio su due donne, Virginia Woolf…

Chiederò perdono ai sogni – Sorj Chalandon

I romanzi che raccontano anche un po' di contesto storico mi sono sempre piaciuti. A parte i Miserabili di Hugo in cui di contesto ce n'era anche troppo, quando un autore riesce a ricostruire l'atmosfera di un'epoca, ha spesso e volentieri la mia totale attenzione. E' questo il caso di "Chiederò perdono ai sogni" di…

Quel che si vede da qui – Mariana Leky

Ho letto questo libro su consiglio di un'amica e sono incappata in quello che insieme a "Orlando" di Virginia Woolf sarà presumibilmente il mio libro dell'anno. Il libro è scritto in prima persona da Louise che conosciamo bambina agli inizi degli anni '80 in un paesino del Westerwald e che ci accompagnerà nel suo mondo…