The Afghan Whigs – Gentlemen

Sono arrivata agli Afghan Whigs con ritardo nel 2005 quando il loro cantante, Greg Dulli, ha collaborato al disco Ballate per piccole iene degli Afterhours. Il gruppo di Cincinnati infatti, erroneamente associato al grunge con cui condivideva essenzialmente la predominanza delle chitarre elettriche, è rimasto un fenomeno cult più dei gruppi della scena di Seattle.

Gentlemen è il loro quarto album ed è un concentrato di rock, soul, funk, R&B frullati e trasformati in qualcosa di nuovo e con una propria identità. I brani di Gentlemen sono sudati, rabbiosi e carichi di quella sofferenza da cui farsi accarezzare. Dalla sommessa If I were going alla liberatoria nella musica ma straziante nel racconto un amore tossico My curse affidata alla voce di Marcy Mays, passando per la dolente When we two parted e la rabbiosa titletrack Gentlemen è un pezzo imperdibile del rock anni ’90.

Consigliato per chi vuole fare un viaggio nei meandri delle contorsioni mentali di Greg Dulli accompagnato da ottima musica.

Canzoni preferite: My curse, Be sweet, Gentlemen

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo di WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione /  Modifica )

Google photo

Stai commentando usando il tuo account Google. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione /  Modifica )

Connessione a %s...